Montepulciano

Il centro abitato di Montepulciano ha le caratteristiche di borgo medievale ed è racchiuso entro tre cerchia di mura concentriche, risalenti al XIV secolo. Montepulciano custodisce ancora oggi le tracce di una storia affascinante. Ha un passato legato in parte all’essersi trovata all’incrocio di due strade di importanza regionale (da Chiusi ad Arezzo da sud a nord, e dalla Valdorcia alla Valdichiana e al Trasimeno da est ad ovest) e in parte alla sua collocazione strategica al confine dell’area di influenza di vari potentati cittadini basso medioevali (Orvieto, Perugia, Siena, Firenze).

Questo ha fatto sì che nei primi secoli del secondo millennio abbia sviluppato ricchezze e potere in modo ragguardevole, al punto da divenire preda ambita e da conquistarsi un’apprezzabile autonomia vendendo bene la sua alleanza alle città maggiori in perenne conflitto tra loro.

Dal 1559, con la sottomissione di  Siena al principato mediceo, Montepulciano perse parte della rilevanza strategica e politica passata, ma mantenne il prestigio, che si riflette nell’imponenza degli edifici pubblici e privati realizzati dopo tale data, e nell’erezione in Diocesi nel 1561.

 


Nel secolo XIX la bonifica della Valdichiana e la rinnovata importanza della città, che diviene il centro amministrativo della zona, ne segnano un’apprezzabile rivitalizzazione, che però non dura oltre la metà del secolo XX; la perdita demografica della valle, per l’emigrazione al Nord di tanti agricoltori che si trasformeranno in forza lavoro per le fabbriche, e per i mutati modi di coltivazione della terra, non è stata ancora del tutto compensata da analoga crescita della piccola e media industria o dai servizi.

Malgrado ciò il prestigio artistico e storico della cittadina ha ancora un apprezzabile fascino, anche a livello internazionale, oggi il centro di Montepulciano si presenta come una collezione inesauribile di memorie storiche, racchiuso nella dolce cornice della campagna senese. Le più importanti opere architettoniche religiose da visitare sono: Duomo di Montepulciano, Chiesa di San Biagio, Chiesa del Gesù, Convento di San Francesco, Oratorio di San Giovanni Battista in Poggiolo, Chiesa di Santa Lucia, Chiesa di Santa Maria dei Servi, Chiesa di S’Antagnese, Convento di San Bernardo.

Mentre tra le opere architettoniche civili segnaliamo: Palazzo Nobili-Tarugi, Palazzo Bucelli (con il basamento costellato di iscrizioni etrusche e latine), Torre dell’Orologio (con il popolare Pulcinella), Palazzo Cervini di Antonio da Sangallo il Vecchio, Palazzo Grugni (con il portale Vignolesco), Casa del poeta Angelo Poliziano in Via del Poliziano n. 1, Fortezza, Piazza Grande con il Palazzo Comunale con facciata di Michelozzo (fine Trecento), Palazzo Contucci, opera di Antonio da Sangallo il Vecchio, Palazzo del Capitano, Palazzo Neri-Orselli (dove si trova il Museo Civico), Palazzo Ricci di Antonio da Sangallo il Vecchio.