Cortona

Cortona, piccola città accogliente della Valdichiana, in provincia di Arezzo, è caratterizzata da uno splendido borgo medievale racchiuso. Dai suoi 600 metri d’altezza, da cui domina l’intera Valdichiana, si possono ammirare splendidi paesaggi tipicamente collinari in cui sono presenti magnifici oliveti e vigneti e distese immense di frumento. Lo sguardo si perde all’orizzonte ammirando il lago Trasimeno, fino a scovare le cime dell’Amiata. All’interno della cinta muraria si possono ammirare una quantità di edifici storici e religiosi, che da una parte conferiscono al borgo un’atmosfera coinvolgente e dall’altra ne testimoniano l’illustre passato nonché la sua importanza nella storia dell’intera regione e dall’altra. Oggi Cortona è un borgo di 22000 abitanti che unisce al suo passato una fiorente tradizione artigianale, turistica e gastronomica.

La città seppur  piccola, offre diverse cose interessanti da visitare, tra cui il Museo Diocesano (nel quale è conservata una bella tavola dell’ Annunciazione del Beato Angelico) ed il MAEC (Museo dell’ Accademia Etrusca e della Città di Cortona), nel quale sono esposti, tra le altre cose, molti reperti provenienti dalle diverse aree etrusche della zona. Presso il museo si possono avere informazioni sulle visite al Parco Archeologico di Cortona.

Il centro di Cortona si sviluppa attorno alla Piazza della Repubblica, sulla quale si affaccia elegante ed austero, il Palazzo Comunale risalente al XIII secolo. Il Palazzo fu modificato e ampliato nel sedicesimo secolo, con l’aggiunta sul lato sinistro di una nuova ala, visibile da Via Roma, e di un arco che sovrasta la strada. Inoltre fu dotato della sua torre campanaria, tutt’ora visibile. Al suo interno vi è la Sala Consiliare con un maestoso camino in pietra del Cristofanello risalente al XVI secolo.

Un altro caratteristico palazzo del borgo è rappresentato dalla imponente residenza della famiglia Casali, dalla quale prende il suo nome, per l’appunto Palazzo Casali, che oggi ospita la Biblioteca Comunale e il Museo dell’Accademia Etrusca.

La Basilica di Santa Margherita, patrona della città, e il Santuario Francescano delle Celle invitano il turista a scoprire Cortona dall’alto, offrendo un itinerario di arte e di fede a pochi passi dal centro storico. Sebbene si trovano sul punto più alto del colle, al quale si può tranquillamente arrivare camminando, essendo il percorso abbastanza breve, durante il percorso che costeggia le mura cittadine si gode oltretutto di bellissimi panorami sui dintorni. Inoltre ci si imbatte nella Fortezza del Girifalco, costruita a scopo militare, ha subito nei secoli importanti rimaneggiamenti ed attualmente è visitabile solo in parte.

Si segnala infine che poco fuori dalle mura di Cortona, si trova l’Eremo francescano Le Celle, primo convento costruito da San Francesco d’ Assisi nel 1211, nel quale oggi vive una piccola comunità di frati. L’eremo, sebbene ha subito diversi interventi di ristrutturazione ed ampliamento, ha mantenuto tuttavia la piccola cella di San Francesco, ancora oggi visitabile.