Siena Francigena

Nata come risposta alle necessità politico-militari dei longobardi, e quindi dei franchi, la via Francigena in seguito rafforzò costantemente quella funzione culturale che scaturisce dall’incontro di persone di paesi diversi.

Molti centri urbani del senese dovettero la loro fortuna alla presenza della via, che ne stimolò lo sviluppo, o addirittura la nascita, e ne guidò la forma, costituendone l’asse generatore.

Ogni domenica, dal 7 giugno al 1 novembre, escursioni guidate alla scoperta dei luoghi più suggestivi di Siena

Ventidue occasioni per calarsi nei ‘panni’ di antichi pellegrini e percorrere il tratto senese della Via Francigena, da Porta Camollia a Porta Romana, facendo tappa nel più antico ospedale d’Europa: il Santa Maria della Scala. E’ questo in estrema sintesi, il cuore del progetto #SienaFrancigena, il trekking urbano che prenderà il via ogni domenica, dal 7 giugno al 1 novembre e si snoderà nel centro storico, toccando alcuni luoghi tra i più suggestivi e meno conosciuti della città del Palio, accompagnati da una guida abilitata.

#SienaFrancigena è un progetto del Comune di Siena che si svolgerà, ogni domenica, dal 7 giugno al 1 novembre con partenza alle ore 9 da Porta Camollia.

Il percorso ha una durata di circa 3 ore e si snoda per 4 km all’interno delle mura.
Il costo del biglietto, comprensivo di guida, ingresso al Santa Maria della Scala e della ‘’Bisaccia del pellegrino’ è di 20 euro e di 10 euro per bambini fino a 11 anni di età.